Studio di nutrizione

Dott.Giuseppe Norelli

Alimentazione e sport

alimentazione e sport

L’uomo da sempre sa che l’alimentazione ha un ruolo fondamentale in tutte le sue attività quotidiane, compresa l’ottimizzazione della forma fisica e della prestazione atletica.
E’ risaputo che è anche possibile combattere il mal di testa con lo sport!
Egli ha sempre cercato e trovato in natura alimenti che gli permettessero di essere più resistente alla fatica, più forte dell’avversario, più energico nell’attività della caccia.
Gli atleti greci si nutrivano di grosse quantità di carne pensando di poter così aumentare la massa e la forza muscolare.
Da diversi anni a questa parte, con il progressivo sviluppo della ricerca scientifica, conosciamo molto meglio l’organismo umano, quali sono i meccanismi che permettono allo sportivo di migliorare le proprie prestazioni e come deve alimentarsi in maniera corretta anche in base al tipo di sport praticato.
E’ chiaro che mangiare solo alcuni alimenti come il caso delle diete iperproteiche o introdurre micronutrienti come vitamine e sali minerali oltre i quantitativi consentiti, può essere controproducente o addirittura dannoso per la salute dell’uomo.

“Alimentazione e sport: alcune semplici indicazioni”

Un individuo magro che pratica corsa a livello amatoriale (es. 1 ora a giorni alterni al ritmo di 6-7 km/h) è sufficiente che introduca un supplemento di circa 200-300 kcal/giorno per mantenere costante il proprio peso corporeo ed avere tutta una serie di benefici duraturi: aumento della resistenza alla fatica, miglioramento dell’umore, riduzione del rischio cardiovascolare.
Nel caso in cui tale attività venga svolta quotidianamente è sufficiente passare a 500-600 kcal/giorno.
Importante è l’integrazione con acqua e sali minerali in relazione all’intensità dello sforzo e della sudorazione.
Se poi si passa a praticare sport in maniera agonistica allora bisogna non solo incrementare l’introito calorico in base agli orari che dedichiamo all’attività fisica, ma bisogna riproporzionare in maniera ottimale l’assunzione di carboidrati, lipidi, proteine, vitamine e sali minerali, in base al tipo di sport praticato.
Es: carico glucidico 2-3 ore prima della gara con zuccheri complessi, integrazione con acqua, vitamine, sali minerali e zuccheri semplici a rapido assorbimento) durante lo sforzo, integrazione eventuale alla fine dell’attività per ripristinare le scorte di glicogeno.
La maggior parte delle persone di ogni fascia di età è in sovrappeso, per cui fare un minimo di attività fisica quotidianamente, tipo passeggiata veloce, non può far altro che portare ad un miglioramento dello stato di salute generale.
Per chi ama passeggiare o concedersi un pò di moto all’aria aperta è sufficiente solo bere tanta acqua e mangiare qualche frutto a fine attività.
Allora buona passeggiata a tutti!

Generali,

Navigazione articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CAPTCHA
Refresh

*